• AUTOdiMERDA è anche su Facebook.
    Seguici, ma ad una distanza di sicurezza!
  • Meglio davanti o da dietro?
    L'importante è uscire in tempo. Da una AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? Dracula è esistito veramente.
    E c'aveva pure la patente!
  • Ce l'hai piccolo? Non disperare, c'è chi ha la Smart.
    Pistolini vaganti, su AUTOdiMERDA.
  • Chi ha inventato il primo fuoristrada radioattivo?
    Armi chimiche e AUTOdiMERDA: il connubio perfetto.
  • Esistono gli ectoplasmi? E come si vendono?
    All'etto o al chiloplasma? AUTOdiMERDA lo sa!
  • Chi ha ucciso l'auto elettrica? Come si è spenta?
    AUTOdiMERDA fa luce sulla questione.
  • E' nato prima l'uovo o la gallina?
    Indagini ANOgrafiche senza preliminari sulle AUTOdiMERDA.
  • Il buongiorno si vede dal mattino?
    Allora Oggi è proprio una AUTOdiMERDA!
  • Sembrano incinta ma si chiamano SUV.
    AUTOdiMERDA con gravidanze isteriche: sintomi e cause.
  • Esistono gli extraterrestri? Sono venuti o ce li hanno mandati? Scoprilo su AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? Fumare lo spinello fa male al cervello.
    Cambia pusher o passa da AUTOdiMERDA.
  • Quando la diarrea ti sorprende, sorprendila con AUTOdiMERDA: Vasto assortimento di bagni chimici.
  • Scopriamo il lato B delle AUTOdiMERDA.
    Perchè nella vita ci vuole Qubo. Ma anche no.
  • Lo sapevate? Anche le auto possono galleggiare.
    Soprattutto se sono AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? I cessi dei Faraoni erano a forma di piramide.
    Vasi egizi scomodi, solo su AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? Se vi puzzano i piedi siete fortunati!
    Avete pestato una AUTOdiMERDA.
  • Scandalo auto blu. Anche i puffi indagati.
    In Italia, più figure di merda o AUTOdiMERDA?
  • La sfiga vi perseguita anche quando siete nella cacca?
    Figuratevi in una AUTOdiMERDA!
  • Esiste il colpo di fulmine?
    Cercalo, su AUTOdiMERDA a prima vista.
  • Lo sapevate? La riforma scolastica introduce una nuova Materia: Storia delle AUTOdiMERDA.
  • Dove si nasconde lo scarrafone più grande del mondo?
    Solo qui, su AUTOdiMERDA... che culo!

Il nostro ingresso in politica sarà un successo. Niente più bollo se hai una AUTOdiMERDA.
In Evidenza
Dopo solo 6 anni (!) la redazione di AdM si è ricordata di pubblicare una nuova recenZione. Ce n'era davvero bisogno?
In Evidenza


Ultimi Articoli


Shit Parade

LE PIÚ LASSATIVE DI QUESTA SETTIMANA

Ultimi Commenti




41

NAMCO PONY / CITROEN FAF

citroen faf - namco pony

GRECIA Forse non molti sanno che nella mitologia classica, dal Monte Olimpo, Zeus sganciava sporadicamente macigni di merda sulle terre elleniche: del resto, anche le divinità devono defecare ogni tanto.
Uno di questi massi di arenaria organica giunse sino alla ridente città di Salonicco dove i fratelli Kontogouris,Peter Kontogouris, uno dei fratelli, è un imprenditore greco ancora attivo nel settore automobilistico e mezzi pesanti. Ha sempre dichiarato che realizzare un prodotto semplice è molto difficile: "Il Pony vuole essere un semplice strumento di lavoro, economico ed ecologico. Non seguiamo l'ultima moda, non è il nostro scopo. La nostra è una semplice ricetta greca." reputandolo un portafortuna divino, decisero di creare nel 1961 la loro prima fabbrica di vetture con contorno di Feta: le famose “fetecchie”. La prima a vedere la luce fu la Farmobil, un carretto da soma con il motore della BMW 700. Subito dopo si spensero le luci.
1962 Farmobil autocarro Grecia - AUTODIMERDA.ITLa prima a vedere la luce fu la Farmobil, un carretto da soma...

Nel 1963 l’impresa fu acquistata dalla Chrysler e ribattezzata Chrysler Hellas SA, ma dopo 4 anni anche gli americani ammainarono bandiera bianca. Ricondotta all’ovile dai Kontogouris nel 1972 fu chiamata NAMCO (National Motor Company of Greece) diventando la prima azienda greca ad ottenere una certificazione statale per poter commercializzare presunte autovetture in madrepatria.
Ecco quindi nascere il Pony, una piccola scatola ferrosa con le ruote presentata per la prima volta in una cripta di Salonicco.
Il catorcio era stato progettato in origine da un team di ingegneri francesi sulla base della 2CV Citroën, tramite un accordo di reciproco disgusto tra NAMCO e la Casa francese che aveva concesso anche l’utilizzo del proprio logo per favorirne l’esportazione.
NAMCO Pony Citroen - autodimerda.itEcco quindi nascere il Pony, una piccola scatola ferrosa con le ruote...

La professionalità lavorativa legata allo sviluppo del Pony poteva riassumersi nel motto operaio che ridondava nei capannoni Namco: “Scusa, che ore sono?”.
Fu così che l’essenzialità e l’approssimazione degli assemblaggi piacquero così tanto ai francesi che non poterono fare a meno di sodomizzare il mulo per realizzare un pony più cattivo da combattimento in diverse configurazioni, e questa volta prodotto interamente da Citroën: il FAF “Facile à fabriquer / Facile à financer”.
FAF Citroen - autodimerda.itIl FAF, un pony più cattivo da combattimento...

Ciò lasciava intuire molto sulla modalità costruttiva alla cazzo di cane, pardon... “alla cazzo di pony” di questa vettura.
Pensata principalmente per i Paesi del Terzo Mondo e quelli in via di sviluppo, la Citroën FAF riusciva ad essere più cavernicola della già spartana Citroën Méhari,  con prestazioni ancora più sconfortanti della sua gemella, dovute ad un peso maggiore del corpo in ferro.
Nonostante l'obiettivo principale fosse quello di introdurre un'auto low cost in Paesi sicuramente poveri, ma no fess’, la FAF non riuscì nell'impresa perché le popolazioni africane si sentirono discriminate dal fatto di poter disporre di un'auto di seconda scelta (ad esser generosi).
Rispetto agli 800 esemplari francesi, alla Namco andò decisamente meglio, riuscendo a produrre quasi 30.000 Pony e ad esportarli in tutto il mondo, Stati Uniti compresi.
Al suo debutto, il Pony fu il mezzo più economico e più resistente sul mercato, dopo il trattore.
In molti cercarono di seguire l’esempio greco, cosi come la stessa Citroen con la FAF, da cui non ne derivava, contrariamente a come erroneamente riportato da altri testi (sai che culo) dando il via ad un mega incesto tra muli infoiati che portò alla nascita di altre creature mitologiche come lo Yagàn cileno, il Baby Brousse prodotto in Costa d’Avorio, il Dalat vietnamita, il Fiberfab Sherpa tedesco e il VanClee Emmet/Mungo belga.
Citroen Yagán - autodimerda.itLo Yagan fu costruito a mano, o con i piedi. Non si hanno fonti certe...
Lo Yagan fu costruito in Cile nei primi anni 70 spendendo non più di 250$ ad esemplare. L'assemblaggio era artigianale, fatto a mano e senza stampi. Non esistono due Yagan identici, ma fanno tutti schifo.
1973 Baby Brousse Citroen- autodimerda.itIl Baby-Brutt...
Il Baby-Brousse è stato originariamente concepito nel 1963. L'intero corpo era realizzato in lamiera d'acciaio piegata senza saldature.
Citroen la dalat - autodimerda.itLa Dalat del Vietnam, più che un veicolo sembrava un reduce...
La Dalat fu la prima vettura costruita in Vietnam, a Saigon dal 1970 al 1975. Il 40% delle componenti erano realizzate in loco, l'altro 60% era assente del tutto.
Fiberfab Sherpa - autodimerda.itIl Fiberfab Sherpa, l'ennesimo crimine teutonico contro l'umanità...
Il Fiberfab Sherpa fu assemblato nella Germania Occidentale dal 1975 al 1982 a causa del veto d'importazione del Citroen Mehari per il materiale non omologabile. Costruito in vetroresina in circa 250 esemplari, i fanali provenivano dalla Volkswagen Passat e la griglia del minibus Fiat 850T.
Citroën_Vanclee_Emmet_1981 - autodimerda.itL'Emmet non durò a lungo, fu presto sostituito dal Mungo che almeno faceva il latte...
Costruito in Belgio, il corpo del Vanclee Emmet era in poliestere. Commercializzato dal 1978 al 1980, al suo debutto risultò già obsoleto rispetto al Mehari. L'Emmet non durò a lungo, il modello fu rapidamente ridisegnato e ribattezzato Mungo con una linea più moderna.

La prima generazione di Namco Pony (Pony-Citroën) è stata prodotta fino al 1983, dopo questa data farà la sua comparsa un modello  completamente nuovo, il Super Pony,  questa volta senza nessun legame con Citroën, ma con motori Ford dalla 950cc. alla 1600cc. benzina e diesel.
1986 NAMCO Super Pony - autodimerda.itIl Super Pony non aveva nessun legame con Citroën...

Frutto di una collaborazione con una società tedesca, il super equino greco, non riuscì a cavalcare l’onda di successo del precedente stallone limitandosi a riprodursi in poche centinaia di esemplari, ma continuando comunque a confezionare parecchi imballi di sterco fino al 1995.
Ufficialmente sembra che la produzione del Pony non si sia mai conclusa definitivamente e che qualche esemplare venga ancora seviziato nelle stalle Namco (Pony 613),L'anziano Petros Kontogouris a 90 anni rilancia il Pony. Lo stabilimento è stato riaperto nel 2016 a Salonicco e il manager intende avvalersi di sole mani e menti elleniche nelle fasi di assemblaggio e progettazione. Il nuovo NAMCO Pony 613 uscirà ad un prezzo al pubblico di soli 7000€. ma questa volta l’azienda, in caso di insuccesso, sembra avere un piano B: aprirsi una macelleria, perlomeno il Pony allo spiedo venderà sempre bene.


dubito
ANNUNCIdiMERDA del 2009:
€ 3.700
VEDI L'ANNUNCIO IN FORMATO .PDF”Vendo Namco Citroen Pony del 1979 con 80.000 km. Totalmente restaurato con parabrezza ripiegabile su se stesso (come la carrozzeria tra l’altro). Tettuccio in tela riparato con una cerniera zip dei miei panataloni ma ancora difettosa, provvederò a sostituirla con dei bottoni del pigiama, promesso!”


NAMCO PONY / CITROEN FAF




Attenzione: questo sito non vuole promuovere propagande diffamatorie nei confronti dei modelli e dei marchi citati che appartengono ai legittimi proprietari e non sono concessi in licenza. I contenuti sono rielaborazioni umoristiche e surreali degli autori e non si riferiscono in alcun modo alle reali specifiche tecniche, qualitative e di sicurezza dei veicoli. Il sito non e' responsabile dei commenti pubblicati dagli utenti.
Ulteriori informazioni disponibili alla pagina Disclaimer.

Home   -   Torna su